mercoledì 21 gennaio 2009

Curiosità dallo scaffale

I primi eroi (1962), in realtà, è a cura di François Caradec, e vanta una prefazione nientemeno che di René Clair. Chissà perché mi è venuto in mente Lecassin: troppi libri, troppi anni.
Accanto ai volumi dell'Età d'oro del Fumetto, ci sono i sette tomi della ristampa integrale (la serie si chiama proprio "Intégrale") del meraviglioso Spirou di Franquin. Peccato per il piccolo formato e per il bianco e nero: molto meglio l'edizione attualmente in libreria al di là delle Alpi, nello splendore della quadricromia. Ma anche così, si tratta di un'opera fondamentale.
Ancora più in là, due pubblicazioni piuttosto rare:

L'impero di Walt Disney, di Piero Zanotto (1966), è in realtà un semplice fascicolo, ma all'epoca in cui fu redatto, sembrò una piccola Bibbia. In un altro scaffale c'è una pubblicazione dello stesso periodo, solo in parte sovrapponibile, opera di Alfredo Castelli, molto più nota nell'ambiente degli storici disneyani e dei collezionisti: la Guida a Topolino, supplemento della proto-fanzine Comics Club 104. Sarà interessante, quando la incontreremo, fare il punto sulla nascita della Critica di fumetti in Italia, specie per quanto riguarda Disney.

Mandrake in Hollywood, volume fuori serie della Nostalgia Press, casa editrice il cui nome è (fu) tutto un programma, fondata e diretta da Woody Gelman. Negli anni fra il 1968 e il 1972, la prozine "Nostalgia Comics" lanciò il recupero del Fumetto degli anni Trenta e Quaranta in tutto il mondo. Questo volume, in particolare, è rimasto forse l'unico a proporre una leggendaria e raffinatissima storia di Mandrake di Lee Falk e Phil Davis, datata 1938, utilizzando delle patinate originali. Dopo quarant'anni, stiamo ancora aspettando un'edizione integrale (e tipograficamente degna) di questo findamentale fumetto. Speriamo nel'attuale Epoca d'oro delle ristampe della Syndication americana: in fondo, ci ha dato Scorchy Smith, in cui non speravamo più, e sta per regalarci Captain Easy. Ma ne parleremo al momento giusto.

Armando Botto, a proposito di "Im Reiche der Micky Maus", mi scrive:

Sul sito di Carsten Laqua(http://www.galerielaqua.de/ab_050805_disneyana.de/pages/11_books.html) c'è qualche informazione in una lingua meno ostrogota:
<< Out of print limited edition book on Disney's activities in Germany between 1927 and 1945
content:
Part 1 - Disney films in Germany: Disney shorts before Mickey (1927-1932) Mickey and Silly Symphony films until 1941 Disney's Snow White in Germany
Photo Appendix 1: German Mickey Mouse insignia
Photo Appendix 2: German Mickey Mouse collectibles
Part 2 - German Disney Merchandising: Dean's Rag, Distler, Suedfilm, Richard G. Krueger, Rosenthal, Koenigszelt, Karl Ens, Steiff, Schuco, Inter-Art Co., W. Hagelberg, Bollmann and many more companies are covered
208 pages, lavishly illustrated with more than 200 b/w pictures and 16 pages in full-color. German language - but the pictures speak for themselves.
This book was published in 1991 on the occasion of a Mickey Mouse exhibition in Potsdam near Berlin, Germany. Normally, Disney would have never given a license as the subject of Disney in pre-war Germany is too precarious - but after the fall of the Berlin Wall, they allowed the Potsdam museum to do the exhibit and sell the catalog in a small edition of 1000 within the museum. There was the obligation never to sell the book outside the museum - and it never was. Pictures were taken from my working copy. You will receive a near mint to mint - never opened - copy.
€ 45.- ($ 58) >>
Tra l'altro, sulla stessa pagina si parla anche di "Wie Micky unter die Nazis fiel", volume-saggio scritto dallo stesso Laqua; di questo è annunciata su Amazon una edizione in inglese per Agosto 2009, dovrebbe essere assai interessante!

Grazie, Armando!

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget