venerdì 17 aprile 2009

L’opera più “grande” di Kurt Caesar

Approfitto del lungo viaggio attraverso Il Vittorioso per condividere l’opera forse meno conosciuta di Kurt Caesar (uno degli pseudonimi di Kurt Kaiser), l’autore di Romano il legionario, disegnatore un tempo popolarissimo e oggi praticamente dimenticato. Si tratta di dodici tavole… quasi a fumetti, di grandissimo formato (come un quotidiano di allora, circa cm. 60 x 43) pubblicate nel 1938 sui numeri da 49 a 60 del settimanale di divulgazione tecnico-scientifica Il giornale delle meraviglie, forse il più curioso e “schizofrenico” periodico italiano degli anni Trenta. Le tavole di Caesar sono di argomento fantascientifico e propongono visioni futuribili ancora oggi inquietanti, forse fra le migliori cose prodotte dall’illustrazione italiana nell’anteguerra. Caesar sarebbe poi diventato, negli anni cinquanta, il copertinista di Urania. Ed è per questa sua ultima attività, che ancora vanta un manipolo di fan, e – caso raro, in Italia – un’accurata voce di Wikipedia, a cui rimando volentieri.
Queste tavole sono praticamente inedite, ed è difficile, proprio per il formato fuori dell’usuale e la pessima carta su cui erano stampate, trovarle sul mercato. Spero di rendere un po’ di giustizia a Caesar a riprodurle qui, malgrado la scarsissima qualità delle mie fotografie: una è comunque reperibile sul web, in ottima qualità, a questo indirizzo, nel bel sito del Museo della figurina di Modena. Cominciamo con le prime sei (nn. 49/54):







7 commenti:

  1. Ottimo Leonardo!
    Le tavole del «Giornale delle Meraviglie» rendono giustizia ad un eccellente disegnatore "tecnico" quale è stato Kurt Caesar. Il Kurt, qualche anno prima aveva deliziato i ragazzi d'Oltralpe illustrando con splendide fastose tavole di suggestiva impostazione grafica la saga di fantascienza "Conquérant de l'avenir", apparsa dal n. 1 al n. 40 del 1936, sulle pagine dell'«Aventureux», un settimanale a fumetti che l'editore italiano Cino Del Duca, ovvero l'Editions Mondiales, stampava con successo in Francia.
    Sergio
    Le immagini te le invio alla tua e-mail.

    RispondiElimina
  2. La qualità delle tue fotografie sarà pure, come dici, "scarsissima", ma rende più che bene l'idea di quest'eccellente e affascinante lavoro di Caesar, che lo inserisce in un'illustre congrega di "illustratori visionari" che va da Albert Robida a Arthur Radebaugh passando per Frank Paul.

    RispondiElimina
  3. Grazie per il prezioso contributo, Sergio! Provvedo subito a "impaginare" gli scan che mi hai spedito. Come dice Fortunato, Casar, nelle tavole del "Giornale delle Meraviglie", pur restando principalmente un disegnatore tecnico, è anche un abile evocatore di atmosfere allucinate, un autentico visionario. Non per nulla, nella mostra al Museo della Figurina lo hanno accostato proprio a Robida e colleghi.
    Grazie ancora a entrambi

    Leonardo

    RispondiElimina
  4. Come sono belle queste pagine! Mi piace molto il lavoro di Kurt Caesar, sopratutto i suoi fumetti anteguerri. Ho scritto un breve articolo su Caesar per i fans americani nel mio blog (smurfswacker.blogspot.com). Posso includere una di queste pagine in mio articolo? Grazie!

    RispondiElimina
  5. Ciao, Smurfswacker! Sono molto contento che queste cose interessino anche gli appassionati americani: i comics sindacati dell'"età d'oro" sono il mio primo e più grande amore... Vedrai presto molte cose interessanti, che riguardano le edizioni Anteguerra di Flash Gordon & c, in Italia.
    Certo, che puoi usare per il tuo blog (complimenti!) queste pagine. Intanto lo aggiungo ai miei link.
    Ciao

    RispondiElimina
  6. Smurfswacker, aka Ron Harris: we meet at Lucca, many, many years ago, and we published some of your work on "Exploit Comics", a pro-zine. Do you remember?

    RispondiElimina
  7. Of course I do! That trip to Lucca remains one of my favorite "adventures." I had no idea you were the same Leonardo...I should have known from your collection!

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget