domenica 9 maggio 2010

Fumetti Classici va a Scuola…

Sì, ma a Scuola di Fumetto, naturalmente!


Grazie ad Andrea Leggeri, che ha scritto, sul numero 74 della bella rivista edita da Coniglio, un’assai lusinghiera recensione del nostro blog, nella rubrica Da cliccare:


Veramente bella, la recensione: addirittura troppo lusinghiera, quando definisce Fumetti Classici “una delle risorse fondamentali attualmente offerte dalla rete”! Andrea Leggeri scrive fra l’altro che il nostro blog

si muove attraverso un ampio arco temporale che va dalla fine dell'Ottocento agli anni Settanta del secolo scorso, esaminando con la perizia di uno studioso e l'entusiasmo di un appassionato temi e storie che stanno dietro ai fumetti e a chi li fa. Da Bombolo a Jumbo, dal «Vittorioso» a "Topolino Giornale", di volta in volta viene sviscerata la storia editoriale delle più importanti pubblicazioni del passato, portando a galla fatti poco noti e riportando alla luce (grazie anche a scansioni di buona qualità) l'opera di autori come Craveri, Jacovitti, Caprioli e altri. Tra piccoli scoop che fanno notizia presso gli appassionati (sapete che in origine Popeye in Italia avrebbe dovuto chiamarsi Schiffio?) e dotte analisi che fanno chiarezza sui misteri della storia del fumetto italiano (quali autori si celavano tra le pagine del misconosciuto settimanale degli anni 40 «L’Ometto Pic»?)

Magari, fossero scansioni... Sono solo fotografie digitali, almeno per ora.
Gli esempi citati sono calzanti e mi offrono l’occasione per precisare (e rimarcare) che le autentiche scoperte che si fanno in questo blog non sono tanto mie quanto dei suoi più preparati e appassionati frequentatori: Sergio Lama, Fortunato Latella, Luca Boschi e altri “coperti” da nickname (come fa d’altra parte, con un velo molto trasparente, il sottoscritto). Tutta la storia di Popeye-Schiffio, e soprattutto quella – appassionante – de “L’ometto Pic”, è farina del sacco di Sergio, che ringrazio ancora.

Scuola di Fumetto, dal prossimo numero, diventa bimestrale acquistabile anche (nessuna sostituzione!) in pdf: tutti i particolari sul numero adesso in edicola e sul blog, ma ne ha parlato anche AfNews.

3 commenti:

  1. Recensione pienamente meritata, webmaster misterioso (:-)) di Fumetti Classici! In Italia è difficile trovare un equivalente. E anche all'estero non sono davvero molti. Per questo FC viene citato su afNews (e per il motivo che sto per dire, il fatto che di SdF si sia parlato su afNews non rende inutile che qui si dica qualcosa o, quantomeno, ci sia un link di rilancio ad articoli che ne parlano): i siti (e i blog ecc.) hanno proprie piccole nicchie di lettori "specializzati" e affezionati (nel nostro disastrato Paese, poi, a motivo della scrsa banda disponibile e della ancora più scarsa -e colpevole- diffusione di Internet, sono nicchie davvero piccole), che necessitano di essere di tanto in tanto "rilanciati" su altri siti (e blog ecc.) per poter scoprire cose che altrimenti sfuggirebbero. Pingback, trackback, lanci e rilanci sono molto utili alla diffusione della conoscenza... e del divertimento che ne consegue! :-)
    Grazie a te e ai tuoi amabili collaboratori-frequentatori per l'intelligente divertimento che ci viene offerto qui!

    RispondiElimina
  2. bene, sono cose che fanno piacere

    RispondiElimina
  3. I’m nоt thaat mucсh oоf a onjline reeader tto be honewt but уour sitees
    гeally nice, keep it up! I'll go ahead and bookmаrk your site to сome back later on.
    Many thanks

    My weblog - benefits of avacado

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget